Sign In

Blog

 Isolamento acustico efficiente per impianti civili

Header Slider Images

Isolamento acustico efficiente per impianti civili

Negli ultimi anni i requisiti per gli isolamenti acustici sono progressivamente diventati più severi. Si è dimostrato che il rumore è dannoso per il riposo e per la qualità della vita. Un efficace isolamento e assorbimento acustico è un valore aggiunto per gli edifici, aumenta la produttività e il benessere di chi soggiorna negli ambienti riducendo i rischi per la salute derivanti dallo stress. L’isolamento acustico dovrebbe quindi essere preso in considerazione sin dall’inizio della progettazione, in particolare quando si tratta di ambienti lavorativi o di locali che richiedono protezioni specifiche.

Cos’è il suono?

In fisica il suono è definito come vibrazioni a carattere ondulatorio in un mezzo elastico, con frequenza all’interno della banda udibile. Queste vibrazioni possono propagarsi nell’aria (suono aereo) oppure nei solidi, come ad esempio la muratura (suoni trasmessi dalle strutture). La grandezza che viene misurata è il livello di pressione sonora, ovverosia l’intensità del suono, e non il suono stesso che non può essere direttamente misurato. L’unità di misura del livello di pressione sonora è il decibel (dB).

 
La frequenza è il numero di oscillazioni ondulatorie in un secondo e viene espressa in hertz (Hz). 1 Hz corrisponde ad una oscillazione per secondo. È opportuno osservare come tutti i rumori siano costituiti da onde sonore definite dalla loro lunghezza d’onda (legata alla frequenza dalla relazione frequenza = 1/lunghezza d’o.) e dall’ampiezza d’onda, che ne indica l’intensità. Normalmente l’udito umano permette di sentire frequenza a partire da circa 16 Hz (toni bassi) fino a circa 16000 Hz (acuti). Gli ambienti edilizi sono interessati da frequenze da 100 Hz a 5000 Hz.

La misurazione del rumore negli edifici viene effettuata utilizzando un filtro ponderale di frequenza che stabilisce una relazione fra il livello di pressione sonora e il volume del rumore percepito. È denominato “filtro A”, corregge il livello di pressione sonora in una determinata gamma di frequenze attenuando quelle alte e quelle basse. In questo modo la percezione umana del livello di pressione sonora può essere convertita in un livello sonoro espresso nell’unità di misura dB(A). Questo metodo deriva dal fatto che l’orecchio umano percepisce i toni con la stessa pressione sonora con intensità differente a seconda della frequenza. Negli edifici residenziali e negli hotel i suoni sono considerati fastidiosi a partire da un volume di 30 dB(A).

Fattori di disturbo negli edifici: rumore strutturale e aereo

Spesso i rumori negli edifici sono generati dalle strutture tecniche come gli impianti di distribuzione dell’acqua e gli scarichi isolati male o in misura insufficiente. Per mantenere il livello di rumore degli impianti sanitari il più basso possibile bisogna considerare diversi fattori. Nei sistemi idraulici sia il rumore strutturale sia quello aereo sono di interesse.

 
Si parla di rumore aereo quando il suono si propaga direttamente nell’aria presente in uno spazio e colpisce la parete antistante. Questo rumore viene percepito dall’orecchio umano. Il rumore strutturale invece si propaga attraverso punti di fissaggio come i supporti dei tubi.
 
Le persone non sentono questo rumore ma lo percepiscono fisicamente e ne risultano comunque disturbate. L’irraggiamento dalle pareti o dai pavimenti trasforma poi il rumore strutturale in suono aereo.

Entrambe le tipologie di rumore possono essere generate dall’acqua corrente, ad esempio quando scorre in tubazioni installate verticalmente (rumore di caduta), colpisce una curva (rumore da impatto) o scorre semplicemente nelle tubazioni (scrosci). Tutti questi rumori possono essere ridotti significativamente installando protezioni adeguate, come un rivestimento fonoisolante dei tubi.

Ridurre visibilmente il livello acustico

La riduzione del livello sonoro A, espressa in dB(A), è la misura utilizzata per quantificare la riduzione del rumore percepito dall’udito umano. Si riferisce allo spettro di rumore utilizzato per la misurazione. Il livello di isolamento a barriera, dipendente dalla frequenza, è invece un’altra misura. Può essere rappresentato come un diagramma che rappresenta la riduzione del livello acustico dell’impianto (rumore aereo) ottenuto con un rivestimento della tubazione che isola dal rumore strutturale rispetto alla condizione priva del rivestimento. Il livello dell’isolamento dipende dalla frequenza. Ciò significa che ogni differenza nelle condizioni di installazione (ad esempio nel caso di tubazioni che corrono sotto l’intonaco) può determinare variazioni sostanziali dell’attenuazione acustica. Una corretta valutazione della riduzione del rumore nei prodotti da costruzione richiede dati sia sulla riduzione del livello acustico A sia sull’isolamento a barriera.

Progettare in anticipo l’isolamento acustico

I prodotti Kaimann possono essere utilizzati per due metodologie di riduzione del rumore: l’assorbimento acustico e l’isolamento acustico. Nell’assorbimento acustico l’energia sonora viene ridotta tramite la dissipazione in calore; nell’isolamento acustico la propagazione del rumore aereo e strutturale viene impedita da una barriera.

 
Kaivenience contribuisce efficacemente a ridurre il rumore delle acque reflue, degli scarichi e dei canali pluviali rispettando i requisiti posti dagli standard tecnici. Applicato a tubi sintetici o in ghisa Kaivenience impedisce la trasmissione strutturale delle vibrazioni attenuando anche il rumore aereo. Con un flusso d’acqua di 2 l/s in un sistema di scarico leggero in plastica Kaivenience raggiunge una riduzione del livello di rumore fino a 15 dB(A) nell’ambiente dove è installato il tubo e fino a 18 dB(A) nel locale retrostante la parete di installazione.

Kaiflex ST viene usato per la coibentazione di tubazioni e condotte d’aria negli impianti di refrigerazione e condizionamento in edifici pubblici e commerciali anche ad alta frequentazione come aeroporti, grandi complessi di uffici, ed hotel ma anche negli edifici residenziali, per gli impianti industriali e nelle costruzioni navali. Oltre alla funzione di prevenzione della condensa, e al risparmio di energia, Kaiflex ST svolge anche una efficace funzione acustica assorbendo il rumore e smorzando le vibrazioni della parete del canale.

Teasertext for results and related content
Negli ultimi anni i requisiti per gli isolamenti acustici sono progressivamente diventati più severi.

Images

Thumbnail for news overview
Background for Infoboxes
Thumbnail for related content

Related Content

Tagging columns

Products
 
Countries
ITA - it
Attributes
 
Test Methods
 
Application Areas
 
Tags
Corporate Content
Topics
 

Technical columns

Article Date
3/15/2021
Target
blog-technical-insulation